chiamaci se vuoi

scrivici una mail se preferisci

oppure vienici a trovare

2019 © Unalome Studio | Designed by Kontrast Communication

  • Unalome Studio Napoli Instagram
  • Unalome Studio Centro Olistico Napol

IL COLORE | COS'E'? STORIA E RIFERIMENTI

February 20, 2017

Il colore nasce dalla luce. Senza luce non esiste il colore. 

 

 

Che cos'è la luce? Dal 1600 han preso forma 2 teorie: che fosse un'emissione di particelle, proposto da Isaac Newton, che fosse costituito di onde, sostenuto da Christiaan Huygens. Il fisico inglese Isaac Newton, dopo diversi esperimenti, scoprì che la luce bianca (quella del sole, per esempio) se passa attraverso un prisma si scompone in fasci di luce diversi , che ciascuno di questi colori ha una propria frequenza e che emette una quantità diversa di energia.

 

 

Newton giunse alla conclusione che la luce bianca era una miscela di luci colorate, così grazie a questo fisico da bambini abbiamo potuto giocare con un disco di cartone su cui colorando spicchi di colore diverso e facendolo ruotare velocemente potevamo vedere che risultava bianco! 

 

Se non l'avete mai fatto siete ancora in tempo : basta far ruotare velocemente questo disco colorato!

 


Newton scoprì inoltre ciò che oggi sappiamo dei colori, cioè che il colore degli oggetti che ci circondano è il risultato di come reagisce la superficie alla luce. In sostanza un oggetto blu ha questo colore perché trattiene tutti gli altri colori e ci spedisce indietro solo il blu. La parte non assorbita viene riflessa e trasmessa all’occhio umano. Quindi agli occhi giunge una frequenza. Questi ultimi trasformano la luce in impulsi che raggiungono  il cervello, e lì vengono interpretati. 

 

Dal punto di vista prettamente biologico il colore si genera nell’occhio dell’osservatore e costituisce un’impressione sensoriale in grado di attivare risposte specifiche. Come dicevamo contemporaneamente alla teorie di Newton  vi era l' altra teoria di Christiaan Huygens. Huygens sosteneva che la luce è un’onda, simile alle onde che si propagano nell’acqua e alle onde sonore.

 

Fino all'inizio del 1800 le teorie di newton ebbero la meglio finché alla fine del 1800, James Maxwell introdusse all'idea che luce è un’onda elettromagnetica, cioè il risultato di un'oscillazione di elettroni , ciò permise alle teorie di Huygens di trovare la giusta rilevanza. Fino al 1905 quando Albert Einstein osservando il comportamento della luce  contribuì alle scoperte sulla fisica quantistica e portò pace tra le correnti di pensiero.

 

 

Oggi si ritiene che i modelli siano tutti e due validi perché descrivono caratteristiche diverse della luce. In certe situazioni la luce si comporta come un’onda, in altre come una particella e ciò che determina quale comportamento assumerà dipende dall'atto dell'osservazione...  Ma questo è un altro capitolo...

 

In che modo le frequenze dei colori possono parlare di noi?

 

Si parte dal presupposto che l'essere umano, formato di atomi, è un "pacchetto vibrazionale costantemente in movimento" e così in base allo stato fisico, mentale, emozionale e spirituale emette un potenziale  energetico  espresso da ogni singola parte da cui è composto. Ogni frequenza è traducibile in colore ,e così siamo tutti arcobaleni mutanti!!! Quando parliamo di energia, dobbiamo parlare anche di risonanza, cioè del principio secondo il quale in modo naturale riconosciamo ciò che vibra come noi… E da qui nasce il principio base delle terapie del colore, in particolare di Aura-Soma®: tu sei colori che scegli!

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload