chiamaci se vuoi

scrivici una mail se preferisci

oppure vienici a trovare

2019 © Unalome Studio | Designed by Kontrast Communication

  • Unalome Studio Napoli Instagram
  • Unalome Studio Centro Olistico Napol

UNA SOMMA DI PICCOLE COSE | NICCOLO' FABI

February 4, 2017

 

 

Casa Discografica: Universal

Genere: Musica Italiana

Anno Pubblicazione: 2016

Tracce: 8

DESCRIZIONE:

Suonato integralmente dal solo Niccolò Fabi, “Una somma di piccole cose” riassume in maniera precisa le caratteristiche di un percorso umano e musicale sempre personale e anticonvenzionale. Un disco importante in cui il cantautoreromano si mette nuovamente in gioco evidenziando la continua ricerca e il desiderio di arrivare all’essenza delle cose.


La copertina è stata svelata direttamente dall’artista sui suoi social network, con queste parole: «22 Aprile. Un disco, una finestra, uno specchio, un nodo, un balsamo... Una somma di piccole cose».


“Una somma di piccole cose” è l’ottavo disco in studio da solista dell’artista e uscirà a due anni di distanza dal grande successo ottenuto con “Il padrone della festa” del trio FabiSilvestriGazzè e a quattro anni dal suo acclamato“Ecco”, certificato disco d’oro.

PERCHE' SCEGLIERLO:

Il disco è stato ideato e scritto in circa due mesi in una casa in campagna nei pressi di Campagnano, vicino Roma, in cui l'autore ha vissuto da solo. La valle di Baccano in cui si trova il comune appare anche nella copertina del disco. Per quanto riguarda lo stile, Fabi ha dichiarato di essersi ispirato a Bon Iver, Damien Rice, Ben Howard e Sufjan Stevens.

 

Nella sua apparente semplicità “Una somma di piccole cose” è ricca di punti di vista. L’intensità e la liricità sono la componente predominante. Emerge proprio la necessità di usare la canzone come farmaco, contro il disagio sociale, e come spinta verso la condivisione. Un amore disarmante per la sua semplicità: la concretezza e la difficoltà dei rapporti, ma anche la forza di un sentimento capace di superare tanti ostacoli e di cambiare forma senza perdere la propria essenza.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload